Come animare le immagini |

0
22
Come animare le immagini |


Hai delle foto scattate in sequenza e vorresti usarle per creare un’immagine animata? Allora sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto: oggi, infatti, avevo proprio intenzione di proporti alcune interessanti soluzioni per creare delle animazioni partendo da immagini statiche. Sì, lo so che sei un semplice appassionato di fotografia e non un esperto di grafica computerizzata ma, credimi, non c’è nulla di complicato in tutto ciò.

Nei prossimi paragrafi, avrò modo di spiegarti come animare le immagini utilizzando varie soluzioni, sia gratuite che a pagamento: alcune di queste sono pensate per i sistemi desktop, mentre altre per i dispositivi mobili. Sono sicuro che, anche se non sei un esperto di animazione, non avrai alcun problema a portare a termine la tua impresa tecnologia odierna.

Allora, sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di attuare le “dritte” che sto per darti. A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e, soprattutto, buon divertimento!

Indice

Come animare le immagini con GIMP

Come creare GIF animate

Una delle prima soluzioni che ti consiglio di provare per animare le immagini è GIMP. Il celebre programma di fotoritocco gratuito e open source, disponibile per Windows, macOS e Linux, integra alcuni strumenti che possono essere utilizzati per realizzare immagini animate: scopriamo subito come installarlo e utilizzarlo a tale scopo.

Tanto per cominciare, collegati al sito Internet di GIMP, pigia sul bottone Download x.xx.x e poi fai clic sul pulsante Download GIMP x.xx.x directly situato sulla destra per scaricare il programma sul tuo PC. A download completato, apri il file d’installazione che hai ottenuto e segui la procedura guidata che ti viene mostrata a schermo. Su Windows, ad esempio, devi pigiare sul pulsante  e poi sui bottoni OKInstalla e Fine.

Se usi un Mac, invece, devi trascinare GIMP nella cartella Applicazioni di macOS, fare clic destro sull’icona del programma e selezionare la voce Apri dal menu che compare per due volte di seguito (operazione necessaria soltanto al primo avvio di GIMP per “scavalcare” le restrizioni applicate da Apple verso i software provenienti da sviluppatori non certificati).

Dopo aver installato e avviato GIMP, recati nel menu File > Apri come livelli del programma e seleziona tutte le foto che vuoi includere nell’animazione. Dopodiché ritaglia e ridimensiona il quadro in modo che non ci siano differenze troppo evidenti tra un’immagine e l’altra, riordina le foto come più preferisci aiutandoti con il pannello dei livelli situato sulla destra e seleziona la voce Esporta come dal menu File di GIMP.

Nella finestra che si apre, seleziona la voce Immagine GIF dal menu a tendina che si trova in basso a destra, dai un nome alla GIF appena creata e clicca sul bottone Esporta. Apponi, poi, il segno di spunta accanto alle caselle Come animazione e Ciclo permanente, imposta la velocità dell’animazione nel campo di testo Ritardo tra quadri ove non specificato e pigia sul bottone Esporta per salvare il file di output.

Se vuoi approfondire l’argomento e ricevere maggiori informazioni su come animare le immagini con GIMP, dai un’occhiata alla guida che ti ho linkato: sono sicuro che anche questa lettura ti sarà utile.

Come animare le immagini con Photoshop

Sul tuo computer è installato Photoshop e vorresti sapere se è possibile animare delle immagini con quest’ultimo? Ma certo che sì e ora ti dimostrerò quanto sia semplice riuscirci. Prima, però, permettimi di ricordarti che Photoshop è un software a pagamento: può essere provato gratis solo per 7 giorni (come ti ho spiegato in un’altra guida), dopodiché per continuare a usarlo bisogna sottoscrivere un abbonamento che parte da 12,19 euro/mese.

Se è tutto chiaro, passiamo all’azione. Tanto per cominciare, avvia Photoshop sul tuo computer, seleziona la voce Script > Carica file in serie dal menu File (in alto), dopodiché scegli le immagini che vuoi utilizzare per creare l’animazione e pigia prima su Apri e poi su OK per creare un’immagine che abbia come livelli tutte le foto selezionate.

A questo punto, apri il menu Finestra, seleziona la voce Timeline o Animazione da quest’ultimo, clicca sulla freccia posta al centro della timeline, spunta la casella Crea animazione fotogramma e pigia sul bottone Crea animazione fotogramma.

Adesso, clicca sul simbolo della freccia posta in alto a destra della timeline e seleziona la voce Crea fotogrammi dai livelli dal menu che si apre, così da trasformare tutti i livelli dell’immagine in fotogrammi dell’animazione.

Ora riordina, se necessario, i fotogrammi nel pannello delle animazioni o, se preferisci, invertine la sequenza di riproduzione, cliccando sulla freccia posta in alto a destra e selezionando la voce Inverti fotogrammi dal menu che compare.

Volendo, puoi anche regolare il tempo che deve passare tra la riproduzione di due fotogrammi, cliccando sulla voce 0 sec posta sotto l’anteprima di ogni frame e selezionando la durata che più preferisci. Per rendere la riproduzione dell’animazione più fluida, poi, clicca sull’icona Effettua il tweening tra i fotogrammi dell’animazione collocata nella parte inferiore della timeline e ripeti la procedura per tutti i fotogrammi.

A lavoro ultimato, seleziona la voce Salva per Web dal menu File e, nella finestra che si apre, imposta il formato GIF nel menu a tendina che è posto in alto a destra, dopodiché pigia sul bottone Salva, scegli la posizione e il nome da assegnare al file e pigia ancora su Salva.

Se vuoi maggiori informazioni su come animare immagini con Photoshop, consulta l’approfondimento che ti ho linkato: sicuramente ti sarà di aiuto.

Come animare le immagini online

Volendo, puoi animare delle immagini senza ricorrere ai programmi di cui ti ho parlato nei capitoli precedenti. Grazie ad alcuni servizi online utilizzabili direttamente dal browser, infatti, è possibile riuscirci in quattro e quattr’otto. Una delle migliori applicazioni Web per portare a termine questo lavoro è lo strumento GIF Maker di GIPHY (il famoso portale online che permette di scaricare GIF animate).

Dopo esserti recato sulla pagina principale di GIF Maker, pigia sul bottone Choose Photo or GIF (oppure sul pulsante Choose Video se vuoi estrapolare una GIF da un filmato), personalizza la durata della GIF tramite la barra di regolazione situata accanto alla voce Image Duration) e clicca sul bottone Continue to Decorate.

Se lo desideri, personalizza poi l’animazione aggiungendo del testo, degli adesivi, etc. tramite i pulsanti posti in alto a destra e, quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, pigia prima sul bottone Upload to Giphy e poi sul pulsante Upload to Giphy, così da caricare l’animazione sulla piattaforma di GIPHY. Per scaricarla in locale, invece, fai clic destro su di essa e seleziona la voce Salva immagine dal menu che si apre.

Per maggiori informazioni su come creare GIF online, dai un’occhiata all’approfondimento che ti ho linkato, dove troverai altri servizi Web utili allo scopo.

Come animare le immagini su PowerPoint

Sei giunto su questa guida con l’obiettivo di animare le immagini in una presentazione PowerPoint? Ti garantisco che non è affatto complicato riuscirci, a patto che si sappia “dove mettere le mani”: lascia che ti spieghi come procedere.

Dopo aver aperto la presentazione PowerPoint in cui è presente l’immagine a cui vuoi applicare un’animazione, seleziona l’immagine di tuo interesse facendo clic su di essa, apri la scheda Animazioni posta in alto, clicca sulla freccia che si trova in basso a destra (nel riquadro Animazione) e seleziona l’animazione che desideri applicare.

Se, prima di applicare un effetto, desideri vederne un’anteprima per farti un’idea sul risultato finale che otterrai utilizzandolo, tieni il cursore del mouse fermo sul nome dell’effetto per qualche istante.  Quando avrai selezionato l’effetto desiderato, personalizza i tempi e la modalità di attivazione servendoti dei campi situati in alto a destra (sempre nella scheda Animazioni). Per scegliere l’azione che deve far “scattare” l’animazione, invece, usa il menu a tendina Attivazione e seleziona una delle opzioni disponibili all’animazione (es. Al clic del mouse).

Se vuoi rivedere un’anteprima della tua presentazione, così da verificare che l’animazione applicata sia di tuo gradimento, pigia sull’apposito pulsante collocato in alto a sinistra e, quando sei soddisfatto del lavoro fatto, poi, salva la presentazione selezionando la voce Salva con nome dal menu File.

Per maggiori informazioni su come animare le immagini su PowerPoint, dai un’occhiata alla guida che ti ho appena linkato: sono sicuro che anche questa lettura ti sarà utile.

Come animare le immagini su Android

Come ti anticipavo in apertura del post, è possibile animare le immagini anche da smartphone e tablet. Per riuscirci su Android, puoi avvalerti di alcune app gratuite, come l’ottima GIF Maker, che permette di realizzare GIF animate in maniera estremamente semplice. L’app presenta banner pubblicitari che è possibile rimuovere acquistando la sua versione completa, che costa 3,49 euro.

Dopo aver installato e avviato GIF Maker sul tuo device, pigia sulla scheda Your GIF posta in alto a sinistra e, nella schermata che si apre, fai tap sul bottone (+). A questo punto, nel menu che si apre, seleziona la voce Da Camera se intendi creare una GIF utilizzando la fotocamera del dispositivo, fai tap sulla voce Dal video se vuoi estrapolare un’immagine animata da un video già salvato in galleria oppure pigia sula voce Da immagini se intendi creare la GIF utilizzando foto salvate sul rullino.

Se vuoi creare una GIF utilizzando un video già esistente, ad esempio, dopo aver pigiato sulla voce Dal Video, seleziona il video che vuoi trasformare in GIF, usa l’editor di GIF Maker per selezionare l’area del filmato che ti interessa utilizzando il riquadro che vedi a schermo e usa gli slider posti in basso per selezionare la porzione di video dalla quale estrapolare la GIF. Dopodiché fai tap sull’opzione Applicare per salvare le modifiche fatte e, nella schermata che si apre, pigia sulla voce Salva per salvare la GIF nella galleria, oppure fai tap sul pulsante Condividi per condividerla sui social network.

Se, invece, vuoi creare una GIF con delle foto presenti in galleria, fai tap sulla voce Da Immagini (dal menu che compare dopo aver pigiato sul pulsante (+) presente nella schermata Your GIF) e, nella schermata che si apre, seleziona le immagini che vuoi animare (puoi sceglierne fino a un massimo di 150) e pigia sulla voce Successivo.

Dopodiché personalizza la GIF con del testo o delle emoticon utilizzando i pulsanti posti in basso e, quando sei pronto per farlo, pigia sulla voce Salva o Condividi per scegliere le opzioni di salvataggio o condivisione tra quelle disponibili.

Ci sono tantissime altre app per animare immagini che meritano di essere prese in considerazione: dai un’occhiata all’approfondimento che ti ho linkato nel quale ho provveduto a elencarti altre soluzioni che potrebbero tornarti utili.

Come animare le immagini su iPhone

Vorresti sapere come animare le immagini su iPhone? Se possiedi un “melafonino” dotato della funzionalità Live Photos (iPhone 6s e successivi), puoi riuscirci abilitando quest’ultima prima di scattare una foto con la fotocamera del tuo cellulare.

Per riuscirci, avvia l’app Fotocamera di iOS, attiva il pulsante Live Photos (il simbolo dell’anello tratteggiato posto in alto) e scatta la foto pigiando sul pulsante di scatto posto al centro dello schermo (in basso). Adesso, per animare l’immagine che hai catturato poc’anzi, apri l’app Foto, fai tap sull’anteprima della foto che hai scattato poc’anzi per aprirla e premi forte su di essa oppure effettua un tap prolungato (se il tuo dispositivo è sprovvisto di 3D Touch) per riprodurre l’animazione.

Per trasformare la la Live Photo in una GIF da condividere con altri utenti, però, devi ricorrere all’aiuto di applicazioni di terze parti, come l’ottima Motion Stills (che però applica un watermark ai propri lavori). Dopo aver installato e avviato quest’ultima sul tuo dispositivo, seleziona la Live Photo che vuoi trasformare in un’immagine animata vera e propria, premi sul simbolo della freccia rivolta verso destra che si trova in basso a destra, pigia sulla voce Invia GIF dal menu che si apre e fai tap sulla voce Salva immagine dal menu che si apre (oppure condividila selezionando una delle opzioni di condivisione tra quelle disponibili).

Ti ricordo che Motion Stills è disponibile anche per Android e funziona anche sugli iPhone sprovvisti della funzionalità Live Photos. Per maggiori informazioni sul suo funzionamento e su quello di altre app simili, leggi la mia guida dedicata alle app per creare GIF.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.