Come attivare debug USB |

0
29
Come attivare debug USB |


Android è uno dei sistemi operativi più potenti e flessibili attualmente esistenti sulla scena tecnologica, che può essere personalizzato e controllato in molteplici modi: ad esempio, per quanto riguarda la gestione di alcune app o di determinate funzioni avanzate della piattaforma, può tornare utile impartire delle istruzioni in modo diretto al sistema, agendo da computer. Quest’operazione è resa possibile dal cosiddetto debug USB: una funzionalità integrata in Android che permette di gestire i dispositivi animati dal “robottino verde” dal computer, previo collegamento tramite cavo USB, al fine di controllare nel dettaglio il comportamento delle app in fase di sviluppo o di intervenire in modo “profondo” su alcuni dettagli del sistema operativo.

Tale funzionalità non è immediatamente accessibile, ma è ben nascosta all’interno del menu delle opzioni sviluppatore, invisibile, per impostazione predefinita, sulla maggior parte dei dispositivi Android. Il perché è presto detto: questo menu contiene alcune funzioni dedicate ai soli esperti in materia, che possono alterare profondamente il comportamento di Android, rendendolo instabile o addirittura non funzionante. Sì presuppone che tutte le opzioni di sviluppo vengano utilizzate esclusivamente da utenti con adeguate conoscenze tecniche, al fine di limitare al minimo i danni provenienti da errate impostazioni.

Se, dunque, sei alla ricerca di una guida che possa spiegarti come attivare debug USB perché sei curioso di approfondire queste funzionalità, sappi che l’hai trovata: di seguito, avrò infatti cura di indicarti le procedure da compiere a seconda della versione del sistema operativo da te in uso. Prima di andare avanti, però, tieni ben presente che i programmi che prevedono l’impiego del debug USB potrebbero agire in modo incisivo su Android, pertanto valuta attentamente ciò che stai per fare e agisci soltanto se sei pienamente consapevole delle conseguenze. Inoltre, provvedi a disattivare questa funzionalità non appena hai finito di utilizzarla, poiché essa potrebbe risultare nociva in termini di sicurezza.

Indice

Come attivare debug USB su Android

Come ti ho già accennato durante le battute introduttive di questa guida, per abilitare il debug USB di Android c’è bisogno di accedere alle opzioni dedicate agli sviluppatori, tramite un menu nascosto e non attivo per impostazione predefinita.

Qui sotto trovi illustrati tutti i passaggi necessari per compiere quest’operazione, sia sulle versioni più recenti di Android che su quelle più datate: tieni presente che, sebbene la procedura resti comunque valida per la maggior parte dei casi, le voci di menu potrebbero variare leggermente a causa delle personalizzazioni applicate dai vari produttori ad Android.

Ancora una volta, ricorda che l’attivazione del debug USB potrebbe esporre il terminale in uso a seri problemi di sicurezza, oltre che autorizzare interventi “delicati” sul sistema operativo: agisci nella piena consapevolezza di ciò che stai per fare e, quando hai finito, ricordati di disattivare nuovamente questa opzione. Io ti ho avvisato!

8.0 o successivi

Per attivare il debug USB su dispositivi dotati di Android 8.0 o versioni successive, recati nelle Impostazioni del device (toccando l’icona a forma d’ingranaggio situata nel drawer), tocca le voci Sistema Informazioni sul telefono/Informazioni sul dispositivo e fai tap per sette volte consecutive sulla voce Numero build, per attivare il menu “segreto” delle opzioni di sviluppo (dovrebbe esserti mostrato un messaggio d’avviso in merito).

Fatto ciò, torna alla schermata delle impostazioni di sistema, facendo tap sul tasto Back di Android, sulla freccia verso sinistra collocata in alto, o effettuando, sui dispositivi compatibili, uno swipe dal bordo sinistro verso il centro dello schermo, dopodiché sfiora le voci Avanzate Opzioni sviluppatore, quindi attiva la levetta collocata accanto alla voce Debug USB e, per concludere, rispondi affermativamente all’avviso visualizzato in seguito.

Versioni precedenti

Se, invece, utilizzi una versione precedente di Android, recati nelle Impostazioni del tuo dispositivo facendo tap sull’apposita icona, sfiora la voce Informazioni sul telefono/Info sul dispositivo e tocca per sette volte consecutive la voce Numero Build, fino a visualizzare il menu relativo all’attivazione delle opzioni di sviluppo.

A questo punto, tocca il pulsante Indietro di Android per ritornare alla schermata precedente, fai tap sulla voce Opzioni sviluppatore e attiva la levetta corrispondente all’opzione Debug USB/Debug Android; per concludere, fai tap sul pulsante OK annesso al messaggio d’avviso che ti viene mostrato.

Come attivare debug USB su Huawei

La procedura per attivare il debug USB su terminali Huawei non si discosta molto da quanto visto in precedenza: anche in questo caso, è necessario abilitare il menu delle opzioni di sviluppo, in quanto la funzionalità in questione risiede proprio lì.

Per procedere, apri dunque le Impostazioni del dispositivo, pigiando sul pulsante a forma di ruota collocato nel drawer di Android o, in alternativa, richiamando l’area di notifica e sfiorando il pulsante a forma d’ingranaggio collocato in alto.

Fatto ciò, tocca la voce Info sul telefono/Info sul dispositivo e individua la voce numero di serie tra quelle visualizzate a schermo; quando l’avrai trovata, fai tap su di essa per sette volte consecutive e immetti il codice/sequenza di sblocco per attivare il menu “segreto” delle opzioni sviluppatore.

A questo punto, torna indietro alla schermata principale delle Impostazioni, fai tap sulla voce Opzioni sviluppatore, sposta su ON la levetta corrispondente all’opzione Debug USB e, per concludere, rispondi affermativamente al messaggio d’avviso che viene visualizzato a schermo.

Come attivare debug USB su Xiaomi

Se disponi di un terminale Xiaomi, hai due possibilità per attivare le opzioni di sviluppo: se il terminale in tuo possesso appartiene alla famiglia Android One (ad es. i dispositivi Xiaomi Mi A1 e Mi A2), esso è equipaggiato con una versione “pura” e non personalizzata di Android, pertanto puoi far riferimento alle istruzioni che ti ho fornito nel capitolo precedente di questa guida.

Qualora sul tuo terminale, invece, fosse installata la MIUI, cioè la versione di Android personalizzata da Xiaomi, allora procedi come segue: per prima cosa, accedi alle Impostazioni del dispositivo toccando l’icona a forma d’ingranaggio collocata nel drawer, dopodiché sfiora la voce Info sistema e fai tap per sette volte consecutive sulla voce Versione MIUI. Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti visualizzare un messaggio di notifica relativo all’avvenuta attivazione delle opzioni di sviluppo.

In seguito, torna nuovamente alla schermata Impostazioni, fai tap sulla voce Impostazioni aggiuntive e, in seguito, su Opzioni sviluppatore: a questo punto, non devi far altro che attivare la levetta corrispondente alla voce Debug USB, rispondendo OK al messaggio che ti viene mostrato subito dopo.

Come attivare debug USB con schermo rotto

Non sei riuscito a portare a termine nessuno dei passaggi che ti ho illustrato poc’anzi, poiché lo schermo del tuo telefono è ormai compromesso e, sebbene tu riesca a visualizzare tutto ciò che accade su schermo, non sei in grado di agire poiché il touch è ormai compromesso?

In questo caso, potresti sfruttare la tecnologia OTG per collegare un comune mouse USB al cellulare: per procedere in tal senso, dovrai dotarti di un apposito adattatore USB OTG, in modo da collegare il dispositivo scelto anche in assenza della porta USB “standard”.

Questi dispositivi possono essere acquistati per pochi euro, sia nei negozi di elettronica sia dai più noti store online, ma presta bene attenzione al modello: verifica se sul tuo dispositivo Android è presente la porta microUSB di tipo B (cavo che può essere inserito in un solo verso) o USB di tipo C (cavo che può essere inserito in entrambi i versi), e orienta la tua scelta in base a questo dettaglio.

Ugreen Cavo OTG Micro USB 2.0, Adattatore USB per Samsung S7 S6 J7, Hu…

Amazon.it:
7,99 €

Vedi offerta su Amazon

Aukru USB Tipo C a USB 3.0 Host OTG cavo adattatore Per Apple MacBook …

Amazon.it:
4,99 €

Vedi offerta su Amazon

Laddove il tuo dispositivo Android fosse dotato di porta USB di tipo C, potresti inoltre servirti di un mouse predisposto per questa tipologia di collegamento.

Trust Mini Mouse, Cavo Ritraibile, USB Tipo-C, Nero

Amazon.it:
17,99 € 16,90 €

Vedi offerta su Amazon

TRUST TYPE-C RETR MOUSE BLK Black

Euronics:
27,90 €

Vedi offerta su Euronics

idudu Mouse Wireless Ricaricabile, Mini Mouse Silenzioso Portatile con…

Amazon.it:
15,99 € 9,98 €

Vedi offerta su Amazon

Una volta ottenuto l’adattatore, non devi far altro che collegare l’estremità microUSB/USB C al dispositivo Android e inserire il mouse USB nella porta situata sull’altro capo: se tutto è andato per il verso giusto, il mouse verrà riconosciuto immediatamente e potrà essere utilizzato per accedere ai menu presenti nel telefono. Quando ciò avviene, servendoti del mouse, provvedi ad attivare il debug USB seguendo la procedura più adatta al tuo caso.

Se, per sbloccare il telefono, dovessi aver bisogno di impartire un codice di sblocco, puoi collegare una tastiera USB con le stesse modalità viste poc’anzi. Per ulteriori informazioni in merito alla tecnologia USB OTG e al suo utilizzo su Android, invece, ti invito a leggere con attenzione il mio tutorial dedicato all’argomento.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.