Come usare Excel su Android

0
12
Come usare Excel su Android


Ti rimangono pochi giorni per terminare un lavoro su alcuni fogli di calcolo che ti hanno assegnato in ufficio e non sai come raccapezzarti, per finire tutto in tempo? Che ne dici di lavorare anche in mobilità, nei ritagli di tempo, utilizzando il tuo smartphone o il tuo tablet Android? No, non sto scherzando, è possibile farlo in maniera estremamente semplice.

Esistono infatti alcune applicazioni che permettono di elaborare i documenti di Excel su Android in modo molto efficiente e senza eccessive limitazioni, rispetto a quanto è possibile fare da computer. Si tratta di strumenti molto facili da usare e molti di questi sono anche gratuiti. Ti va di scoprire come usare Excel su Android, sfruttando le loro potenzialità? In questo mio tutorial voglio parlartene nel dettaglio.

Come dici? L’argomento ti interessa e non vedi l’ora di saperne di più? D’accordo, allora ti suggerisco di metterti seduto bello comodo. Prenditi qualche minuto di tempo libero e leggi con attenzione le soluzioni che sto per proporti, in modo da individuare quella più consona alle tue esigenze. Sei pronto per iniziare? Sì? Benissimo! Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro.

Indice

Microsoft Excel

Per usare Excel su Android, ti consiglio innanzitutto Microsoft Excel, l’app ufficiale di Microsoft per la gestione dei fogli di calcolo. È disponibile al download tramite il Play Store di Android in modo completamente gratuito, per i dispositivi con dimensioni pari o inferiori ai 10.1″. Se sei interessato a scaricarla sul tuo dispositivo mobile, raggiungi il link che ti ho indicato, fai tap sul pulsante Installa e poi, al termine del download, premi su Apri.

Se sei abituato a utilizzare l’omonimo software desktop oppure lo strumento online, ti accorgerai che l’app per smartphone e tablet dispone, purtroppo, di meno funzionalità. Inoltre, prima di parlarti di come usare Microsoft Excel su Android, è importante indicarti come creare un nuovo documento o aprirne uno esistente.

Per quanto riguarda quest’ultima operazione, dopo aver avviato l’app, fai tap sul pulsante Apri in basso a destra e seleziona una delle opzioni che ti vengono mostrate. Fai quindi tap sulle voci Questo dispositivo per sfogliare i file salvati localmente, One Drive – Personale, per accedere al tuo cloud OneDrive, Aggiungi una posizione, per connetterti a uno dei tantissimi servizi cloud che supporta.

Facendo invece tap sull’icona con un foglio in alto a destra, puoi creare un nuovo documento di lavoro. Tramite un menu a tendina ti verrà successivamente richiesto dove salvare il documento: puoi scegliere se salvarlo su OneDrive, sulla cartella Documents sul dispositivo oppure su un’altra destinazione (Seleziona una posizione diversa). Fatto ciò, premi su Cartella di lavoro vuota, per iniziare a utilizzare il foglio elettronico.

Innanzitutto, per aggiungere i dati su una cella, fai doppio tap su quest’ultima. Su smartphone, premendo il tasto Fx puoi inserire delle funzioni di calcolo, mentre pigiando sull’icona ▲, hai accesso alla barra degli strumenti. Tramite il menu a tendina sulla sinistra, puoi, invece, accedere alla lista delle schede che racchiudono le diverse funzionalità dell’app.

Nella scheda Home, infatti, sono presenti gli strumenti che servono per cambiare la dimensione e il font del testo, il colore del testo e della cella, l’allineamento o per aggiungere la funzione Somma, per esempio. Nella scheda Inserisci, puoi aggiungere forme geometriche, immagini, grafici e commenti.

Nella scheda Disegno, puoi inserire disegni a mano libera, scegliendo il colore del tratto e anche il suo spessore. In Formule, invece, si trovano raggruppate le diverse funzioni di calcolo da inserire. Altri strumenti utili sono disponibili nelle schede Dati, Revisione e Visualizza. Se stai utilizzando Excel su tablet però, gli strumenti di cui ti ho appena parlato nelle righe precedenti li troverai disposti direttamente nella barra dei menu situata in alto.

Oltre alle funzionalità sopra citate, acquistando la versione Premium, disponibile in Office 365 a partire da 69,00€/anno, si ottiene l’accesso ad alcune funzionalità aggiuntive, come ad esempio la possibilità di utilizzare una tavola dei colori più ampia per la formattazione oppure modificare i layout e gli stili delle tabelle pivot.

Fogli Google

Un’altra ottima app che puoi utilizzare per gestire i fogli Excel su Android è Fogli Google, disponibile gratuitamente al download tramite il Play Store. L’app si connettere direttamente a Google Drive, per visualizzare e modificare i documenti di foglio elettronico presenti nel cloud (quindi serve un account Google) oppure direttamente dalla memoria del dispositivo.

Sebbene sia richiesta una connessione a Internet attiva per sincronizzare i documenti online con il cloud, è possibile lavorare anche offline, selezionando l’apposita modalità Offline. Inoltre, è possibile condividere i documenti anche con altri utenti, così da consentire le modifiche simultanee, se si lavoro in gruppo.

Sei interessato a quest’app? In tal caso ti consiglio di scaricarla, collegandoti al link che ti ho indicato. Fatto ciò, premi sul pulsante Installa e fai tap, successivamente, sul tasto Apri. Tieni presente che, su alcuni dispositivi Android, quest’app è già preinstallata e, quindi, in questo caso, devi soltanto avviarla tramite la sua icona, un foglio di colore verde con una griglia all’interno.

Dopo aver avviato l’app Fogli Google, tutti i file Excel saranno disponibili nella schermata principale, organizzati in modo cronologico. Se dovessi vedere la schermata vuota, molto probabilmente è perché non hai ancora caricato alcun documento su Google Drive. A tal proposito, se non sai come farlo, fai riferimento alle indicazioni che ti ho fornito nella mia guida su come caricare file su Google Drive.

Per aprire un file già caricato, pigia sulla sua miniatura e attendi il caricamento dello stesso. Se vuoi aprire, invece, un documento presente nella memoria del dispositivo, fai tap sull’icona della cartelletta, situata in alto a destra, e scegli la voce Spazio archiv. disp. Nella schermata successiva, sfoglia le cartelle, in modo da individuare e selezionare il file da aprire.

Per creare un nuovo documento, premi sul tasto (+) di colore rosso, situato in basso a destra, e pigia sulla voce Nuovo foglio di lavoro. Dopo aver eseguito questa operazione, ti verrà aperto il foglio elettronico che puoi utilizzare per l’inserimento dei dati.

Per compilare una cella, fai doppio tap su di essa, in modo da entrare nella modalità d’inserimento dati. Nella casella Inserisci il testo o la formula, digita il testo, i numeri o la formula che preferisci. Premendo il tasto Fx sulla sinistra, ti verrà mostrato un elenco con le formule da inserire, di cui puoi trovare un elenco completo a questo link.

Sotto la barra d’inserimento dei dati, trovi anche i diversi simboli e operatori logici più comuni, in modo da aggiungerli rapidamente all’interno della cella. Fatto ciò, premi sull’icona con un segno di spunta, per confermare l’inserimento dei dati nella cella.

Nella barra in alto trovi, invece, le icone che servono per annullare o ripetere un’azione compiuta, per formattare il testo oppure il pulsante (+), che serve per aggiungere commenti, grafici o righe e colonne nel documento. Pigiando, invece, sull’icona (⋮) situata in alto a destra, troverai diversi altri strumenti aggiuntivi, come per esempio il Trova e sostituisci oppure la Convalida dei dati, utile per impostare i parametri di accettazione dei valori per specifiche celle.

Nella barra in basso, invece, vi sono i pulsanti che servono per colorare le celle o il testo inserito, modificare l’allineamento di quest’ultimo, per aggiungere rapidamente una riga sottostante oppure inserire una colonna affiancata, rispetto alla cella seleziona.

I documenti di Excel non devo essere salvati manualmente, in quanto ciò avviene automaticamente. In qualsiasi momento, infatti, puoi vedere il file salvato nella schermata principale dell’app. Hai lavorato offline a un file Excel? Non preoccuparti: questo verrà automaticamente sincronizzato in cloud, non appena la connessione a Internet sarà disponibile.

Se vuoi condividere un documento con uno o più utenti, fai tap sull’icona (⋮) che trovi sulla miniatura del file, nella schermata principale di Fogli Google, poi seleziona la voce Agg. persone per inserire l’indirizzo Gmail del destinatario (l’accesso sarà concesso esclusivamente agli utenti da te scelti). In alternativa, scegli la voce Condivisione tramite link, se vuoi rendere il documento disponibile a chiunque possieda il link da te condiviso.

WPS Office

Oltre alle app di cui ti ho parlato nei capitoli precedenti, ti suggerisco di dare un’occhiata a WPS Office. È una suite per l’ufficio gratuita molto utile, in quanto permette di avere a disposizione tutto l’occorrente per visualizzare, modificare e creare documenti di Word, Excel e PowerPoint.

WPS Office supporta i maggiori servizi di cloud storage, come ad esempio Dropbox, Google Drive oppure OneDrive e inoltre la sua interfaccia è completamente in italiano. Puoi usarla per lavorare con i file XLS e XLSX di Excel sullo smartphone o sul tablet senza rimpiangere particolarmente il computer. Se sei interessato a quest’app, raggiungi il link che ti ho indicato e, per scaricarla, fai tap prima sul tasto Installa e poi su Apri.

Detto ciò, vediamo come si usa. Innanzitutto, se vuoi aprire un documento di Excel già esistente, nella schermata principale, fai tap sulla dicitura Apri e seleziona l’icona XLS che trovi in alto. Se non dovessi trovare il file tramite questa voce, fai tap sulla dicitura Telefono, per cercarlo tra le cartelle locali, oppure Aggiungi cloud storage, per collegare un servizio cloud dal quale prelevare il documento.

Se, invece, vuoi creare un nuovo foglio di calcolo, pigia sul pulsante (+) che si trova in alto e seleziona prima la voce Nuovo foglio di calcolo e poi Vuoto, nella schermata successiva.

Fatto ciò, ti ritroverai al cospetto di un’interfaccia molto simile a quella di Microsoft Excel, attraverso la quale puoi modificare il tuo foglio di lavoro. Per esempio, per digitare delle cifre o dei testi all’interno di una cella, fai doppio tap all’interno di quest’ultima e, nel campo di testo che vedi a schermo, digita i valori che desideri.

Premendo, invece, sull’icona con quattro quadrati, puoi vedere le schede relative agli strumenti utili per la gestione delle celle e dei dati inseriti. Per esempio, utilizzando la scheda Home, puoi cambiare la dimensione e il font del testo, oltre al suo colore o quello della cella. Utilizzando la scheda File, invece, puoi esportare il file con altre estensioni (o anche in PDF) oppure condividere il file su altri servizi esterni. Puoi anche inviarlo in stampa e, se lo desideri, applicare una password per proteggerlo.

Nella scheda Visualizza trovi inoltre le funzioni che servono per filtrare i dati o ricercare valori tra le celle di un foglio elettronico, mentre nella scheda Inserisci, puoi aggiungere forme geometriche, grafici, funzioni o tabelle pivot.

Infine, la scheda Dati permette di ordinare un intervallo di celle selezionate secondo un ordine crescente o decrescente, di inserire la funzione Somma oppure può essere utile per applicare la convalida dei dati sulle celle, in modo da definire il tipo di dati che dovrà accettare.

Hai finito di lavorare al foglio di calcolo e ora vorresti salvarlo? Niente di più facile: fai tap sull’icona con un dischetto, situata nella barra in basso.

Altre app per usare Excel su Android

Oltre alle app di cui ti ho parlato nei capitoli precedenti, esistono anche altre soluzioni utili allo scopo, scaricabili gratuitamente tramite il Play Store di Google. A tal proposito, nelle prossime righe ti elenco alcune app per la produttività che possono aiutarti a gestire i tuoi file Excel.

  • Polaris Office – è un’app gratuita che permette di gestire i documenti realizzati con Microsoft Office o con Google Docs. Offre anche un piano in abbonamento che, al costo di 3,99 dollari/mese, serve per avere uno spazio in cloud di 3 GB, per esportare i documenti in PDF, rimuovere la pubblicità e aggiungere altre funzionalità, come ad esempio le tabelle pivot.
  • Office Suite – è anch’essa un’app gratuita e contiene diversi strumenti per la gestione dei documenti di lavoro, come ad esempio quelli Excel. Sottoscrivendo facoltativamente un piano in abbonamento al prezzo di 2,83 euro/mese, è possibile accedere a funzionalità aggiuntive, come per esempio l’esportazione dei documenti in PDF oppure la gestione dei file Numbers di Apple.
  • SmartOffice – in maniera simile alle app indicate nelle righe precedenti, anche quest’ultima supporta diversi formati per i documenti elettronici, come ad esempio i fogli di calcolo. Presenta un’interfaccia più spartana, rispetto alle app di cui ti ho parlato finora, ma è comunque uno strumento dalle ottime potenzialità, considerando anche che è completamente gratuita.



Fonte e proprietario dell’articolo Aranzulla.it

Tutti i testi, i marchi, loghi, sigle, brand, le immagini e Trade Mark riportati nel sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. L’utilizzo delle immagini segue le norme del fair use, per qualsiasi problema vi preghiamo di contattarci e verranno rimosse.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica.